RESeT Ricerca inaugura il suo nuovo sito

StampaInvia per emailVersione PDF

Ugo Marani, presidente RESeT, firma il primo editoriale della nuova stagione associativa. Un saggio breve che fa da spalla al nuovo sito, da oggi in rete, e che conferma quanto di buono fatto dall'associazione a quasi due anni dalla sua nascita.

L’abito, di certo, non fa il monaco, ma un abito dignitoso può rendere un monaco che lo meriti ancor più apprezzato. Fuor di metafora: RESeT Ricerca vara oggi il suo nuovo sito più accattivante, si spera, nell’immagine e meglio strutturato per pubblicizzare quanto l’associazione discute e pubblica.

RESeT, nel prossimo aprile, festeggerà il secondo anno di vita, raggiungendo obiettivi che considerava inarrivabili quando è nata. Nelle intenzioni dei suoi fondatori l’associazione aspirava, quasi con un vezzo di carboneria, a produrre contenuti inediti che, con approccio eterodosso, si ponessero in alternativa ai riti e alla piattezza delle interpretazioni convenzionali.
Man mano che ci sviluppavamo, altri filoni venivano individuati; filoni che riguardavano l’editing italiano di lavori stranieri poco appetibili per la pubblicistica nostrana, la costituzione di un sottogruppo dell’associazione dedicata alla formazione “culturale” di giovani ricercatori, il varo di una collana di lavori inediti, spesso sintesi di tesi di laurea magistrali di straordinario livello, l’organizzzione di cicli di approfondimento di tematiche rilevanti e di seminari con ricercatori italiani e stranieri. E’ abbastanza, tanto da renderci fieri, anche perché confortati da un numero di contatti - sul sito - crescente nel corso del tempo e da altrettante proposte di collaborazione e richieste di adesione.
Non siamo in grado di stabilire quanto della nostra ambizione di “non convenzionalità” e di originalità sia stata realizzato; di certo gli ideali di rappresentare una società, in primis quella europea, che ridimensiona la priorità dell’equità e della lotta all’esclusione sociale, di un economicismo imperante, di una questione giovanile sempre più eclatante, rimangono priorità imprescindibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

RESeT Editoriale n.1 del 15 marzo 2014

Autore: 
Pubblicato su: 
Data pubblicazione: 
Sabato, 15 Marzo, 2014