Il credito in Campania all'impresa

StampaInvia per emailVersione PDF

Il secondo numero di RESeT Report, quello di giugno, discute sulle problematiche inerenti il credito all’impresa in Campania.

La ricerca analizza le problematiche del credito all’impresa in Campania e nel Mezzogiorno, utilizzando i dati più recenti.

La crisi internazionale ha dato inizio ad un processo di decelerazione del credito all’impresa derivante, oltre che da un calo della domanda, da un atteggiamento maggiormente restrittivo delle banche nel  concedere finanziamenti.

In Italia, la contrazione degli impieghi bancari presso le imprese è stata particolarmente evidente negli ultimi due anni con percentuali di razionamento tendenzialmente in linea con la media europea.

La maggiore selettività delle banche si osserva nel Mezzogiorno dove le imprese presentano un rischio d’insolvenza molto più alto rispetto al resto d’Italia con un conseguente cambiamento della qualità delle imprese che hanno rapporti con il sistema bancario.

In Campania la situazione appare critica. Sulla base di un indicatore di rischiosità, la stessa  risulta essere la regione in cui il credito è maggiormente rischioso e ciò si tramuta in un costo del finanziamento tra i più alti in Italia, anche in confronto con le altre regioni del Mezzogiorno. Ciò è causato dalla concentrazione del sistema bancario avvenuta tra gli anni ’90 e 2000, che ha comportato la scomparsa dei centri decisionali nel Mezzogiorno, con maggiori effetti negativi in Campania, essendo quest’ultima la regione più industrializzata dell’area.

Il rischio che si corre è che le imprese di successo, data l’elevata crescita delle esportazioni campane nei mercati emergenti, possano trovare difficoltà a causa della bassa solidità patrimoniale e delle politiche bancarie restrittive.

Infine, la Campania è la regione in cui le imprese fanno un minor ricorso a  Confidi, strumento che viceversa potrebbe favorire un maggiore accesso al credito da parte della PMI.

 

Report n.2 del 30 giugno 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su: 
Data pubblicazione: 
30 Giugno 2014
Allegato: