Europa e Economia

L’Unione Monetaria Europea, un traguardo importante e politicamente impensabile qualche decennio fa, necessita non tanto di certezze ostentate o di teorie funzionali, quanto di sensibilità sociale, di attenzione alle diversità interpretative, di una sistematica revisione di postulati a partire dall’analisi dei fatti e della storia. Questa sezione accoglie i contributi di quei ricercatori caratterizzati dalla progressiva insoddisfazione per il connubio che si è andato indissolubilmente formando, da un ventennio a questa parte, tra una nuova ortodossia teorica e i fondamenti della politica economica portata avanti dalle istituzioni europee. Si tratta di un connubio che ha liquidato, con una eccessiva frettolosità, l’armamentario teorico e i postulati keynesiani, minimizzando la componente discrezionale dell’intervento dello stato nell’economia di mercato e individuando nel mero controllo dei prezzi la ragion d’essere della regolazione. Pur riaffermando la legittimità dell’unione economica degli stati europei, i contributi accolti nella sezione “Europa” hanno in comune la premessa che l’attuale quadro di politica economica, monetario e fiscale, sia analiticamente poco efficace e politicamente poco lungimirante.

Responsabile: Rorita Canale

Europa e Economia

  1. Nel corso degli anni, altri paesi hanno aderito all’unione monetaria europea mentre ne restano esclusi ancora otto, che dal 2007 con il trattato di Lisbona, sono tenuti a compiere gli sforzi necessari a far parte dell’ “Eurosistema”. L’ultimo paese che aderirà all’UME a partire dal Gennaio 2015 è la Lituania, che dopo un difficile percorso durato alcuni anni, ha ottenuto l’approvazione dell’unione europea all’ingresso nell’euro.

    RESeT Discussion Papers | di Fabrizio Agrillo | su RESeT Discussion Papers | il 30 Gen 2015 | Europa e Economia
  2. Per il nuovo anno l’Europa dovrà fare spazio a una nuova sinistra. E, nonostante i timori che ciò genera nella buona società, questa nuova sinistra è molto meno marxista e (orrore!) molto più keynesiana.

    RESeT Internazionale | di Maria Carannante | da HAROLD MEYERSON | su The Washington Post | il 24 Gen 2015 | Europa e Economia
  3. Il piccolo stato baltico è una delle economie con la crescita più rapida in Europa. La zona euro invece, è in recessione e deflazione. Allora perché la Lituania vuole adottare la moneta unica?

    RESeT Internazionale | di Fabrizio Agrillo | da The Economist | su The Economist | il 23 Gen 2015 | Europa e Economia
  4. Il sistema bancario mondiale non sta diventando più frammentato. Esso sta registrando delle trasformazioni strutturali. 

    RESeT Internazionale | di Aldo Carbone | da STIJN CLAESSENS, NEELTJE VAN HOREN | su VOX | il 23 Gen 2015 | Europa e Economia
  5. Un rispettato membro dell’ Unione europea e dell'euro, la cui economia è tra quelle in più rapida crescita del continente

    RESeT Internazionale | di Fabrizio Agrillo | da The Economist | su The Economist | il 12 Gen 2015 | Europa e Economia
  6. L'anno 2015 sarà davvero quello della svolta?
     

    RESeT Editoriale | di Andrea Pierucci | su RESeT Editoriale | il 12 Gen 2015 | Europa e Economia
  7. Chi è in Europa a rischio esclusione dal mercato del lavoro?

    RESeT Internazionale | di Cristina Serio | da The World Bank | su The World Bank | il 12 Gen 2015 | Europa e Economia
  8. L'economia ungherese, secondo i dati preliminari dell'Ufficio statistico, è cresciuta del 3,9 per cento nel secondo trimestre del 2014, rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, aiutata da buone performance nei settori manifatturiero ed edilizio.

    RESeT Internazionale | di Fabrizio Agrillo | da Eddy Kester | su The Financial Times | il 27 Nov 2014 | Europa e Economia
  9. La storia di due economisti francesi e la rivalità delle loro scuole.

    RESeT Internazionale | di Veronica Aldieri | da The Economist | su The Economist | il 20 Nov 2014 | Europa e Economia
  10. Il dibattito globale sulla crescita del mondo in via di sviluppo ha avuto di recente una cambiamento improvviso. 

    RESeT Internazionale | di Cristina Serio | da Dani Rodrik | su Project-syndicate | il 20 Nov 2014 | Europa e Economia e Storia, Industria e Finanza

Pagine